ASP.NET 2.0: Nuove potenzialità

.Net 2.0 e Axterisco
Il passaggio alla versione 2.0 ha come obiettivo principale quello di ridurre drasticamente il codice necessario ad implementare nelle nostre applicazioni web parti ripetitive, consentendoci di soffermarci maggiormente su ciò che conta davvero nelle nostre applicazioni e quindi, al tempo stesso, rendendo le nostre applicazioni meno soggette a problemi di security, tenendo davvero in considerazione XHTML, CSS e più in generale gli standard web e, fatto da non sottovalutare, la versione 2.0 è la prima ad offrire il supporto nativo alle piattaforme a 64 bit., per offrire ai nostri clienti soluzioni stabili, veloci e sicure.La suite di prodotti .NET (tutto in lettere maiuscole, pronunciato dotnet) è un nuovo progetto all’interno del quale Microsoft ha creato una nuova piattaforma di sviluppo software caratterizzata da trasparenza rispetto alla rete sottostante, indipendenza dalla piattaforma hardware e software, e facilità di sviluppo rapido delle applicazioni. Attualmente la piattaforma .NET è una delle più versatili tecnologie di programmazione, è possibile creare praticamente qualsiasi tipo di applicazione e offre una “Libreria standard” eccezionale, ha un numero incredibile di classi, funzioni e namespace predefiniti. La prima versione di .NET è stata rilasciata nel 2002. La sua caratteristica peculiare è di essere indipendente dalla piattaforma su cui è installata, e di includere molte funzionalità progettate espressamente per integrarsi in ambiente internet e garantire il massimo grado di sicurezza e integrità dei dati. Utilizza in modo esteso il concetto di modularità dei componenti software (Component Oriented Programming), proponendosi così come evoluzione dell’esistente modello COM (Component Object Model).
Il CLI (Common Language Infrastructure) è una macchina virtuale che, insieme alla classe di librerie di base denominata CLR (Common Language Runtime), è progettato per poter funzionare con qualsiasi sistema operativo. La macchina virtuale esegue un codice assembly denominato CIL (Common Intermediate Language). è inoltre possibile:

– accedere a componenti scritti in altri linguaggi;
– quando il sistema operativo sottostante è Microsoft Windows, accedere ai suoi servizi e alle sue API;
– accedere ai Servizi Web utilizzando il protocollo SOAP (Simple Object Access Protocol).

Strumenti e prodotti di supporto
.NET è corredato da una serie di strumenti di sviluppo delle applicazioni, progettati in modo da funzionare in modo integrato all’interno della piattaforma .NET. Uno dei principali strumenti è l’IDE (Integrated Development Environment cioè Ambiente di sviluppo integrato) denominato Visual Studio.

Linguaggi di programmazione .NET
Il CLI (Common Language Infrastructure) è concepito per essere compatibile con qualsiasi linguaggio di alto livello orientato agli oggetti, fornendo un unico modello a oggetti ed una vasta libreria di classi condivisibili. Ciò costituisce un’evoluzione della strategia Microsoft che in passato aveva tradizionalmente avuto nel linguaggio Visual Basic uno dei propri punti di forza. Alcuni analisti hanno fatto notare che si è trattato di una scelta non priva di rischi da parte di Microsoft, in quanto per un programmatore Visual Basic la migrazione verso Visual Basic .NET può richiedere un notevole periodo di assuefazione, poiché, per poter sfruttare tutte le potenzialità del nuovo linguaggio, deve abituarsi a pensare in termini totalmente object oriented, e questo nonostante il fatto che Visual Basic .NET abbia conservato, per quanto possibile, la sintassi delle vecchie versioni.

Il vecchio Visual Basic, giunto fino alla versione 6 per Windows, si era infatti lentamente evoluto verso la programmazione ad oggetti, senza però arrivare ad implementarla completamente, e questo anche perché Microsoft non voleva creare una rottura drastica con lo stile di programmazione acquisito dai milioni sviluppatori che lo utilizzavano, e tuttora lo utilizzano, in tutto il mondo e ormai da molti anni. Microsoft, ed altri produttori di software, forniscono compilatori e strumenti di sviluppo per molti linguaggi di programmazione.

0 comments on “ASP.NET 2.0: Nuove potenzialitàAdd yours →

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>